24h Nürburgring, Audi svetta con Phoenix Racing

Kelvin van der Linde/Dries Vanthoor/Frédéric Vervisch/Robin Frijns (Audi Sport Team Phoenix #15) vincono la 50ma edizione della Nürburgring. A 10 anni dalla prima volta il marchio di Ingolstadt si impone per la sesta volta nella classifica overall davanti a Adam Christodoulou/Maximilian Götz/Fabian Schiller (Mercedes-AMG Team GetSpeed #3) ed a Maro Engel/Jules Gounon/Daniel Juncadella Mercedes-AMG Team GetSpeed #4),

Il recap delle ultime 6h

A 5h e 42 dalla conclusione la musica è cambiata con un deciso recupero da parte di Adam Christodoulou. Il britannico di Mercedes-AMG Team GetSpeed #3 ha portato ad una 20ina di secondi il proprio ritardo dall’Audi di testa di Frédéric Vervisch ( Audi Sport Team Phoenix #15), padrona della notte.

A 5h e 05 è arrivata la sosta per la Mercedes #3, un giro prima rispetto all’Audi #15, alla gemella #4 ed alla R8 #22 di Car Collection. Questa tendenza proseguirà fino alla conclusione, un vantaggio per il marchio di Ingolstadt che ha saputo approfittare della situazione.

L’inseguimento di Mercedes è continuato con la ripresa delle attività. Fabian Schiller ha recuperato con un passo incredibile l’Audi di testa che con il belga sembrava decisamente più lenta rispetto a quanto visto durante la notte.

La pioggia è arrivata ed ha cambiato le carte in tavola. L’Audi #15 e la Mercedes #3 hanno montato le gomme slick, mentre l’AMG GT3 #4 ha optato per delle gomme da bagnato (Intermedie). La casa di Stoccarda ha deciso di cambiare strategia, una scelta condivisibile nell’inseguimento di Audi che alla fine non pagherà

La missione del ricongiungimento della #3 sulla #15 è stata compiuta a 3h e 24 dalla conclusione, Schiller ha iniziato a battagliare con Vanthoor. Il pilota ufficiale Audi ha mantenuto il primato difendendosi per altri 60 minuti nella pista più complessa al mondo.

Il pit successivo ha visto Maxi Goetz prendere il volante dell’AMG #3, una sosta copiata puntualmente nel passaggio seguente da Audi che ha deciso di non montare le gomme da bagnato. Kelvin van der Linde è tornato in pista da leader della corsa ed ha provato ad incrementare il proprio gap sul campione in carica del DTM.

Il sudafricano ha riportato a +20 (secondi) il proprio scarto sulla seconda posizione guidando alla perfezione sul bagnato con le gomme slick. Il tratto ‘nuovo’ ed il primo del vecchio Nuerburgring sono stati i più coinvolti della pioggia che ha messo tutto in discussione a poco più di 2h dalla conclusione di una prova ricca di colpi di scena.

L’acqua ha lasciato spazio al sole, le posizioni sono rimaste invariate. Gli ultimi minuti sono rimasti caratterizzati da un’investigazione per un pit stop irregolare da parte dell’Audi #15 di testa. La direzione gara non ha sanzionato Kelvin van der Linde/Dries Vanthoor/Frédéric Vervisch/Robin Frijns che hanno concluso trionfalmente l’evento primeggiando davanti ad Adam Christodoulou/Maximilian Götz/Fabian Schiller (Mercedes-AMG Team GetSpeed #3) ed a Maro Engel/Jules Gounon/Daniel Juncadella (Mercedes-AMG Team GetSpeed #4).

Luca Pellegrini

Foto. Audi Sport twitter


Una risposta a "24h Nürburgring, Audi svetta con Phoenix Racing"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...