GTWC Europe, Marciello regna con Mercedes

Gli appunti di Pelle Motorsport post Barcellona

Non sono mancate le storie da raccontare durante l’edizione 2022 del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS (GTWC Europe). La battaglia non è venuta meno per tutte le dieci prove previste, un campionato più che mai interessante che ha incoronato Raffaele Marciello. L’elvetico apre la lunga lista di racconti di una stagione che resterà nella storia, una cruciale parentesi in vista della prossima stagione quando molte cose potrebbero cambiare. 

‘Lello’ padrone d’Europa

Raffaele Marciello ha dominato la scena a più riprese. L’elvetico, supportato nell’Endurane Cup da Jules Gounon e da Daniel Juncadella, ha saputo imporsi nella classifica delle cinque gare di durata oltre a firmare la leggendaria 24h di Spa-Francorchamps, una vittoria che mancava nella bacheca del portacolori di Mercedes.

Prima gioia per l’ex pilota di FIA F2 insieme allo spagnolo nelle Ardenne, pista che con Audi Sport aveva già visto primeggiare Gounon. I risultati nell’Endurance Cup hanno permesso all pilota di Akkodis ASP di puntare anche alla ‘classifica combinata’ visto il programma nella Sprint Cup, categoria disputata accanto a Timur Boguslavskiy.

#88 champ

L’impegno dello svizzero è stato incredibile, le pole-position e le vittorie hanno permesso allo svizzero imporsi per la seconda volta nella graduatoria combinata del GTWC Europe (Endurance + Sprint) con una prova d’anticipo. 

L’ex vincitore della Coppa del Mondo GT in quel di Macau si appresta a  godersi una meritata pausa dopo un 2022 che gli ha permesso di conquistare anche l’ADAC GT Masters oltre agli acuti nell’Intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli (manca ancora da disputare la Gulf 12h). 

Mercedes sconfitta solo da WRT #32

Charles Weerts/Dries Vanthoor hanno concluso al vertice la stagione 2020 del GTWC Europe Sprint Cup abbattendo nella finale di Valencia la già citata coppia di Akkodis ASP #89. La coppia belga si è presa una cruciale rivincita dopo un’Endurance Cup ricca di imprevisti, una situazione inattesa ad inizio anno.

WRT (Audi) ha avuto la meglio ancora una volta concludendo un Sprint Cup quasi perfetta. Sono stati infatti diversi gli errori per il fratello di Laurens Vanthoor e per il giovane teammate che quest’anno ha compiuto una decisa crescita rispetto al 2020 ed al 2021. Gli alfieri di Vincent Vosse hanno onorato fino all’ultima competizione la collaborazione con Audi Sport, una storia unica che si è conclusa ufficialmente in occasione della 3h di Barcellona disputata ad inizio ottobre.

#88 AMG

WRT e Audi si salutano. BMW attende…

BMW attende WRT per un programma completo nel GTWC 2023. La casa bavarese ha deciso di stringere un cruciale accordo con la compagine belga che dal 2024 gareggerà nella classe regina del FIA World Endurance Championship con la nuova LMDh tedesca, una decisione dovuta dopo la chiusura del programma di Audi che ha preferito dedicarsi alla massima formula.

Alcuni test sono già stati disputati a Barcellona dopo la chiusura dell’Endurance Cup 2022, una prova fondamentale in vista della prossima annata. Sarà interessante  scoprire chi saranno i piloti per il prossimo campionato visto il significativo cambio di costruttore che è già avvenuto

Audi #32 WRT

BMW pronta per dare battaglia, presente Valentino Rossi

Sicuramente rivedremo in scena anche Valentino Rossi. La leggenda del Motomondiale è attesa per una sfida notevole, dovrà infatti ripartire da un foglio bianco dopo un campionato in crescita. Debuttare nella principale categoria al mondo riservata alle GT3 è stato un tentativo più che mai avvincente, i risultati raccolti nell’Endurance Cup accanto a Frédéric Vervisch ed a Nico Mueller sono da evidenziare.

In questo specifico tipo di competizioni, il podio è all’orizzonte per l’ex centauro che obiettivamente ha patito le qualifiche e le prove Sprint. Il 2023 segnerà un nuovo capitolo il #46 di WRT che dopo qualche esperienza con Ferrari saluta anche Audi per abbracciare la BMW M4 GT3 che nonostante due ottime formazioni composte da Augusto Farfus/ Philipp Eng  /Nick Yelloly  #98 e Max Hesse/Dan Harper/Neil Verhagen #50 non ha saputo primeggiare nell’Endurance Cup. Il successo è stato sfiorato a Spa nella 24h, corsa che come già detto è finita nelle mani di Mercedes.

24h Spa

Una PRO Cup ricca di stelle

Nello Sprint la lotta  ha riguardato esclusivamente  Akkodis ASP #89 e WRT #32, mentre nell’Endurance Cup sono stati molti coloro che hanno avuto voce in capitolo. Davide Rigon/Daniel Serra/Antonio Fuoco   (Iron Lynx  #71/Ferrari), Christopher Mies/ Patric Niederhauser /Lucas Légeret  (Sainteloc Junior Team #25/Audi) e Alessio Picariello/Klaus Bachler/Matteo Cairoli   (Dinamic Motorsport #54/Porsche) sono  gli altri che hanno vinto in questa stagione, rispettivamente a segno al Paul Ricard, Hockenheim e Barcellona. 

Spa e Imola sono state ad appannaggio dei protagonisti che hanno controllato il GTWC Europe Endurance Cup, un campionato ricco d’emozioni che ha visto più volte protagonisti anche Maro Engel/Luca Stolz/Steijn Schothorst  (AMG Team GetSpeed #2 ),  Christopher Haase/Mattia Drudi/ Luca Ghiotto (Tresor by Car Collection  #12/Audi), Arthur Rougier/Giacomo Altoè / Léo Roussel  (Emil Frey Racing #19/Lamborghini) e Albert Costa/ Jack Aitken / Mirko Bortolotti  (Emil Frey Racing #63 /Lamborghini)

#71 Iron Lynx

Inception Racing ed il primo titolo Gold tra la disperazione delle Dame

Dopo una sfortunata ripartenza in quel di Imola è arrivata una significativa rivincita da parte di Brendan Iribe/ Ollie Millroy/Frederik Schandorff.  Inception Racing #7 ha avuto la meglio solamente nella decisiva finale di Barcellona, una vittoria storica nella prima edizione della Gold Cup che dalla prossima annata cambierà volto. 

La classe di SRO avrà infatti un nuovo format ed accoglierà equipaggi solamente riservati a piloti ‘Gold’, una situazione completamente differente a quella di quest’anno che vedeva un insieme di Bronze, Silver e Gold/Platino. Questo cambierà le carte in tavola, un sistema che sarà ‘declassato’ nella Silver Cup , attualmente fino alla 3h catalana era garantita esclusivamente ai protagonisti Silver. 

Dame nella storia

Menzione d’onore doverosa al termine della stagione 2022 del GTWC Europe per Sarah Bovy/Michelle Gatting/Rahel Frey. Il terzetto di Iron Dames #83 ha sfiorato il titolo fino all’ultima battaglia in Catalogna, un duello ad armi pari che si è concluso nel peggiore dei modi per le ragazze di Iron Lynx a causa di un problema tecnico. 

Il successo nella Gold Cup non è arrivato per il terzetto legato a Ferrari che in ogni caso ha lasciato il segno conquistando la mitica 24h di Spa con una prestazione eccellente. La successiva vittoria nell’European Le Mans Series alla 4h di Portimao ed il podio alla 6h di Monza, alla 6h del Fuji ed alla 8h del Bahrain valide per il FIA World Endurance Championship sono altri due risultati a conferma che quanto accaduto nelle ‘Ardenne’ non è stato un caso. 

Silver Cup: WRT vince, AF Corse senza rivali in Silver Cup

Benjamin Goethe/Thomas Neubauer, accompagnati da Jean-Baptiste Simmenauer ( WRT #30) nelle gare di durata, hanno dominato la scena nel GTWC Europe per quanto riguarda la Silver Cup. La coppia ha abbattuto i rivali a più riprese in tutte le gare ad eccezione delle tappe Sprint che hanno visto al top AF Corse. 

Ulysse de Pauw /Pierre Alexandre Jean #53 hanno infatti fatto la differenza in questo speciale tipo di competizioni facendo la differenza in svariate occasioni. Il belga ed il transalpino hanno saputo fare la differenza oltre a primeggiare per due volte nella graduatoria overall in occasione della race-1 di Brands Hatch e della prima competizione di  Valencia.

Gli appunti di Pelle Motorsport (post GTWC Europe - Hockenheim)

PRO-Am: McLaren e Ferrari padrone della scena

La Gold e la Silver Cup hanno sottratto differenti equipaggi alla PRO-Am. Garage 59 (McLaren) e Ferrari (AF Corse) hanno fatto la differenza insieme a SPS automotive performance (Mercedes) per tutte e 10 le competizioni previste. 

Louis Machiels/Andrea Bertolini/Stefano Costantini, anche grazie alla gioia ottenuta a Spa con il nostro Alessio Rovera, hanno saputo imporsi nell’Endurance Cup. Nulla da fare, invece, per Miguel Ramos che si è rifatto con gli interessi grazie all’affermazione nella Sprint Cup con Dean Macdonald e soprattutto nella graduatoria combinata (Endurance  + Sprint).

Appuntamento a Monza…

Dopo la conclusione dell’IGTC ad Abu Dhabi e l’inizio di una nuova stagione della serie globale di SRO tra Bathurst e Kyalami ci sarà da divertirsi a Monza per una nuova stagione del GTWC Europe. Tanti saranno i cambiamenti all’interno del gruppo a partire dal passaggio di WRT a BMW e della nuova collocazione nel gruppo di Iron Lynx che ha lasciato Ferrari a favore di Lamborghini. Nuove squadre sono all’orizzonte, una sfida tutta da seguire per dieci round da non perdere. 

Articolo di Luca Pellegrini per LiveGP.it

Foto. Roberto Beretta


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...